Firewall vs. Antivirus: qual è la differenza? Ti servono entrambi?

Differenza tra firewall e antivirus
Differenza tra firewall e antivirus

È sempre più difficile sentirsi al sicuro online. Non solo perché le minacce sono sempre più complesse e frequenti, ma anche perché i metodi di protezione stanno diventando ormai specifici in base al tipo di minaccia, rendendo più difficile capire quali sono le varie protezioni offerte dai vari strumenti di sicurezza e di quali hai realmente bisogno. Due degli strumenti di sicurezza più “fraintesi” sono il firewall e il software antivirus. Spesso quando se ne parla si accostano, ma ciò non significa che siano la stessa cosa. E allora: qual è la differenza tra un firewall e un antivirus? Come funzionano?

Cos’è un Antivirus?

Il compito di un antivirus è semplice: si occupa di scansionare i tuoi file alla ricerca di virus. Anche se è spesso commercializzato come antivirus, la maggior parte dei software antivirus è, in realtà, antimalware: i virus, infatti, sono un tipo di malware. Che sia online o offline, lo scopo di un antivirus è quello di rilevare e “catturare” – prima che colpiscano – tutti i tipi di malware come virus, Trojan, worm, adware e spyware. Finché ci saranno hacker in cerca di un modo per accedere furtivamente al tuo dispositivo e rubare le tue informazioni, il software antivirus giocherà un ruolo cruciale. Funziona principalmente in background, tenendoti al sicuro mentre navighi sul web e scarichi file esterni. Ma come fare per sapere quali file contengono malware e quali no?

Come funziona?

La maggior parte dei software antivirus commerciali non sono alimentati da un’intelligenza artificiale. Non possono individuare virus e malware da soli e hanno bisogno di qualcuno che li segnali che, nella maggior parte dei casi, è il produttore. I programmi di antivirus funzionano scansionando file, codici e script che entrano nel tuo dispositivo. Puoi scaricarlo dal web o attraverso una memoria esterna come una chiavetta USB o un CD. Attraverso il processo di scansione confronta il contenuto di ogni file con un ricco database di tipi di malware già noti: ecco perché l’antivirus dovrebbe sempre lavorare in background, scansionando costantemente il tuo dispositivo in cerca di malware nascosti e “dormienti”. Potrebbe sembrare un lavoro semplice da fare, dato che l’antivirus deve solo scansionare i file in entrata e non l’intero hard disk, ma in realtà nessun antivirus è efficace al 100%. Il produttore dell’antivirus deve costantemente aggiornare il suo database con gli ultimi virus usciti e gli script dannosi. Quando un antivirus scansiona ripetutamente i tuoi file non lo fa solo per sprecare risorse hardware, ma per ricontrollare il suo lavoro e assicurarsi di non aver mancato alcun virus nascosto che non poteva essere rilevato prima.

Il tuo PC è al sicuro senza antivirus?

Nonostante gli ottimi livelli di sicurezza offerti dagli antivirus, questi hanno anche i loro aspetti negativi. I software antivirus non rispettano la privacy e la maggior parte di essi è nota per mettere a dura prova la CPU. L’unico modo per rimanere al sicuro senza un antivirus è quello di praticare una corretta “igiene di internet”: naviga esclusivamente su siti sicuri e scarica file solo da fonti affidabili.

Leggi anche: I migliori antivirus per Windows 11

Cos’è un Firewall?

Come suggerisce il nome, un Firewall è una barriera protettiva tra il tuo dispositivo e il mondo esterno, compreso internet. A differenza dell’antivirus, il firewall non neutralizza il malware già presente sul tuo dispositivo e non scansiona i tuoi file. È più come una “guardia” che controlla il flusso di dati di rete e ne verifica la sicurezza prima che accedano al tuo dispositivo. Ci sono due tipi di firewall: software e hardware. Un firewall software si occupa di proteggere eventuali attacchi digitali in arrivo. La versione hardware, invece, impedisce ad altri di accedere fisicamente al tuo dispositivo, collegando – per esempio – una chiavetta USB mentre il tuo dispositivo non è attivo. Anche i firewall, come gli antivirus, lavorano in background. Tuttavia, ti permettono di avere un certo controllo sulle regole che determinano quali fonti di dati sono permessi in entrata e in uscita attraverso Internet.

Come Funziona?

Nella sua forma più semplice, un firewall è un sistema di filtraggio: è un po’ come il metal detector che devi attraversare in aeroporto. Ma il luogo di scansione è diverso. Quando si tratta invece del loro funzionamento, i firewall sono, più o meno, simili al software antivirus. Mentre i dati di rete fluiscono nel tuo dispositivo, il firewall li analizza in piccole porzioni e confronta i suoi risultati con un database di “minacce confermate”. Quel segmento di dati ha accesso solo se supera tutti i test. I firewall hanno anche bisogno di aggiornamenti regolari. Se il loro database di sicurezza non include le ultime minacce, malware e script dannosi potrebbero comunque riuscire a passare attraverso il muro e nel tuo dispositivo. A quel punto l’unica speranza sarebbe che il software antivirus lo rilevi prima che sia troppo tardi. La sua posizione fissa non cambia, ma ci sono molteplici modi in cui il software firewall può scansionare e regolare il tuo flusso di rete. Questi variano in sicurezza ed efficienza, ma tutti hanno i loro casi d’uso benefici; tra cui:

  • Servizio Proxy: Questo tipo di firewall protegge il dispositivo impostando una versione speculare del tuo dispositivo e lo collega al web. I dati in entrata non entrano in contatto diretto con il dispositivo, ma rimangono isolati. Questo tipo di firewall è tra i più sicuri, ma è incredibilmente lento e consuma molte risorse.
  • Filtraggio dei Pacchetti: I firewall che utilizzano il filtraggio dei pacchetti scansionano i dati in piccoli incrementi. Ogni pacchetto di dati viene inviato attraverso una serie di filtri. I pacchetti di dati che vengono identificati come minacce vengono contrassegnati e bloccati, impedendo loro di accedere al tuo dispositivo.
  • Gateway a livello di circuito: Invece di scansionare i dati stessi, un firewall gateway a livello di circuito monitora gli handshake del Transmission Control Protocol (TCP). Invece di scansionare il contenuto dei pacchetti di dati in arrivo, questo firewall garantisce che la comunicazione sia sicura e legittima. Verifica la fonte invece dei dati. Pur essendo veloci ed efficienti hanno bisogno di un’altra tecnologia di sicurezza per prevenire le perdite.

È sicuro tenere il tuo PC senza firewall?

I firewall sono una misura di protezione, se li rimuovi avrai bisogno di una sostituzione, anche se pensi possa trattarsi solo di una navigazione su internet più sicura. Senza un firewall, i pack di dati pericolosi possono farsi strada facilmente sul tuo computer. Tuttavia, quando parliamo di software firewall, se hai un dispositivo che non colleghi a internet, si può dire che non ne hai bisogno.

Antivirus e Firewall: Hai bisogno di entrambi?

Il software antivirus e i firewall non sono “intercambiabili”. Ognuno di essi lavora in modo indipendente per proteggere il tuo dispositivo in modo diverso e, in alcuni casi, si supportano a vicenda. Se stai cercando di ottenere la massima sicurezza non posso che consigliarti di tenerli entrambi attivi e in ottime condizioni.

Leggi anche: Qual è la differenza tra la modalità in incognito e una VPN?

Informazioni su Dundi 1393 Articoli
Ciao a tutti, sono un'appassionato di tecnologia ed informatica. Il mio obiettivo è quello di condividere con voi guide e soluzioni semplici alle diverse problematiche che potreste incontrare nella vita di tutti i giorni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.