6 Modi Per Usare Android su Windows

6 modi per usare android su windows
6 modi per usare android su windows

L’utilizzo degli smartphone aumenta notevolmente giorno dopo giorno ,sempre più persone usano i loro telefoni e tablet quotidianamente per svolgere qualsiasi operazione, alcune volte portandoli al desiderio di utilizzare le loro app presenti sui loro cellulari Android nel loro computer. Se pensiamo alle App Android, come gestione patrimoniale, gestione spese e così via, avere installate questi tipi di applicazioni anche su Windows è sicuramente un vantaggio. Grazie alla virtualizzazione e ad altre tecnologie, esistono alcune soluzioni per eseguire app Android su Windows. All’interno di questa guida andremo a vedere ben 6 modi per usare Android su Windows.

1. Sottosistema Windows per Android (WSA)

Android wsa
Android wsa

Il sottosistema Windows per Android, o WSA, è un ambiente Android emulato e fa parte di Amazon Appstore. Puoi installare questa applicazione dal Microsoft Store, e notare sin da subito prestazioni veloci, soprattutto se il tuo sistema supera i requisiti di sistema hardware richiesti. 

Se riesci a trovare le app Android di cui hai bisogno su Amazon Appstore o se non ti dispiace eseguire alcuni passaggi aggiuntivi per installare i file APK di Android, WSA è la soluzione migliore per te. Ti consiglio di utilizzare WSA se sei un utente occasione, e già sai che non utilizzerai per molto tempo le app android sul tuo computer windows. 

Pro

  • Soluzione ufficiale Microsoft per l’esecuzione di app Android
  • Supporto Amazon App Store
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start
  • Più app possono essere eseguite all’interno delle proprie finestre individuali

Contro

  • Funziona solo su Windows 11
  • Requisiti di sistema hardware più elevati
  • Non disponibile in tutti i paesi,
  • Google Play e Google Services devono essere aggiunti manualmente.
  • L’installazione degli APK richiede la riga di comando o un’app di terze parti

2. Android Studio

Android studio
Android studio

Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato sviluppato da Google per aiutare i sviluppatori Android a creare app e testarle su varie versioni Android per garantire la piena compatibilità. Android Studio viene fornito con una funzionalità chiamata AVD (Android Virtual Device), che ti consente di scegliere una configurazione hardware e una versione Android da emulare sul tuo computer.

Dopo aver installato Android studio, creato l’immagine ISO e avviato l’emulatore, puoi accedere a Google Play o trascinare e rilasciare i file APK per installare e utilizzare le app Android. 

Poiché Android Studio viene fornito con vari strumenti per sviluppatori, questa soluzione richiede più spazio di archiviazione e ha un’interfaccia complicata.

Pro 

  • Soluzione ufficiale di Google per testare le app Android
  • Supporta molte versioni di Android
  • Supporta anche macOS, Linux e Chrome OS

Contro

  • Processo di installazione ingombrante che prevede diversi download
  • Possibili problemi grafici su alcune configurazioni hardware
  • Interfaccia utente leggermente difficile da interpretare per i non sviluppatori
  • Alcuni problemi di compatibilità delle app
  • Requisiti di spazio su disco elevati

Emulatori Android basati su VirtualBox

Virtual box android
Virtual box android

VirtualBox è una soluzione di virtualizzazione gratuita e open source per l’esecuzione di sistemi operativi, come Windows e Linux. Tutti gli emulatori Android che andremo a trattare nell’elenco sottostante vengono lanciati all’interno di VirtualBox e sono dotati di immagini iso Android personalizzate. 

Le caratteristiche comuni condivise da tutti gli emulatori includono la possibilità di creare più macchine virtuali, allocazione personalizzabile di CPU e RAM verso la macchina virtuale Android e un registratore dello schermo integrato. Sebbene l’obiettivo principale di tutte queste soluzioni sia il gioco, puoi anche installare e utilizzare app Android tramite l’app Google Play preinstallata o trascinare e rilasciare i file APK.

3. LDPlayer

LD Player è in circolazione dal 2016 e si è evoluto fino a diventare quello che potrebbe essere il miglior emulatore Android basato su VirtualBox. Il processo di installazione è molto semplice, e potrai utilizzare l’emulatore in pochissimo tempo. 

Se deciderai di utilizzare LDPLayer come emulatore Android, è necessario fare particolare attenzione alle allocazioni di prestazione hardware, in modo da massimizzare le prestazioni.

Pro 

  • Processo di configurazione semplice con annunci pubblicitari minimi
  • Avviato in media in meno di sette secondi

Contro

  • Le versioni precedenti di Android richiedono un programma di installazione separato
  • Impossibile visualizzare le dimensioni di ogni macchina virtuale dall’app.

4. BlueStacks 5

BlueStacks 5 è il più vecchio emulatore Android nell’elenco che continua a ricevere aggiornamenti e supporto. Questo emulatore vanta ottime prestazioni ed è molto facile da usare.

Tuttavia, il lato peggiore di BlueStacks è che interrompe alcune funzionalità di Windows, per funzionare al meglio.

Pro 

  • Tempo di avvio più veloce, con una media di circa 6,12 secondi
  • Google Chrome preinstallato
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start

Contro

  • Richiede molti settaggi Windows per funzionare al meglio.
  • Le dimensioni di ciascuna macchina virtuale non possono essere visualizzate dall’app

Leggi anche: Come disinstallare BlueStacks

5. Nox Player

Nox Player è un emulatore Android rilasciato nel 2015 ed è attualmente uno dei miglior emulatori Android per le persone che sono in possesso di computer con uno spazio di archiviazione limitato.

Il sistema di emulazione Android ha un dimensione inferiore a un gigabyte, che è da tre a cinque volte più piccola dell’immagine ISO Android media. 

È anche l’unica soluzione basata su VirtualBox con una versione macOS. 

Pro 

  • Piccole dimensioni del file della macchina virtuale
  • Disponibile anche per macOS
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start
  • Supporta 120 fps

Contro

  • Punteggio Geekbench basso (395 single core e 798 multi-core)

6. MEmu

Se ti piace divertirti e testare le varie versioni di Android attraverso un’unica soluzione basata su VirtualBox, MEmu è la soluzione migliore, in quanto ti consente di creare ambienti Android 4.4, 5.1, 7.1 e 9.0. 

Le versioni precedenti generalmente offrono prestazioni più veloci a scapito della compatibilità con le app più recenti, ma l’ambiente Android 9.0 ha ottenuto un punteggio elevato nei benchmark.

Tutto ciò lo rende una buona scelta per l’utilizzo di app Android più pesanti, se non ti dispiace qualche bug e pubblicità occasionale.

Pro 

  • Supporto opzionale per app Android 4.4
  • Google Chrome preinstallato
  • Supporta opzioni a 90 e 120 fps

Contro

  • Gli annunci video fastidiosi all’avvio richiedono un abbonamento mensile per la disattivazione
  • Problemi occasionali di stabilità durante l’avvio e l’utilizzo
Informazioni su Dundi 1386 Articoli
Ciao a tutti, sono un'appassionato di tecnologia ed informatica. Il mio obiettivo è quello di condividere con voi guide e soluzioni semplici alle diverse problematiche che potreste incontrare nella vita di tutti i giorni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.